NORMATIVA NAZIONALE BIM 2017

 In BIM

La UNI, Ente Italiano di Normazione, ha recentissimamente pubblicato una serie di norme che regolano diversi aspetti della tecnologia BIM,  sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista della gestione degli incarichi da parte delle pubbliche amministrazioni.

Pensiamo di fare cosa utile riassumendo il contenuto della normativa nazionale BIM, acquistabili sul sito www.uni.com

UNI 11337-1:2017 (entrata in vigore il 26 gennaio 2017)

“Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 1: Modelli, elaborati e oggetti informativi per prodotti e processi”.

La norma interessa gli aspetti generali della gestione digitale del processo informativo nel settore delle costruzioni, quali:
– la struttura dei veicoli informativi;
– la struttura informativa del processo;
– la struttura informativa del prodotto.
La norma è applicabile a qualsiasi tipologia di prodotto (risultante) di settore, sia esso un edificio od una infrastruttura, ed a qualsiasi tipologia di processo: di ideazione, produzione od esercizio, siano essi rivolti alla nuova costruzione come alla conservazione e/o riqualificazione dell’ambiente o del patrimonio costruito

UNI/TS 11337-3:2015 (entrata in vigore il 23 aprile 2015)

“Edilizia e opere di ingegneria civile – Criteri di codificazione di opere e prodotti da costruzione, attività e risorse – Parte 3: Modelli di raccolta, organizzazione e archiviazione dell’informazione tecnica per i prodotti da costruzione”.

La specifica tecnica, a carattere di guida ed indirizzo, ha lo scopo di indicare un modello operativo strutturato per raccogliere e archiviare i dati e le informazioni tecniche dei prodotti da costruzione.
In particolare, per un qualsiasi prodotto da costruzione è prevista:
– la descrizione qualitativa (caratteristiche tipologiche, tecnologiche, prestazionali e commerciali) non definibile attraverso un criterio misurabile e codificabile;
– la descrizione quantitativa (caratteristiche tipologiche, tecnologiche, prestazionali e commerciali) definibile attraverso un criterio di misurazione.
Il modello è utilizzabile dalle varie categorie di operatori congiuntamente al modello di guida alla corretta posa in opera, installazione, manutenzione, trasporto, movimentazione e dismissione.
Il campo di applicazione della specifica tecnica riguarda il settore dell’edilizia, delle costruzioni e la sua filiera.

UNI 11337-4:2017 (entrata in vigore il 26 gennaio 2017)

“Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 4: Evoluzione e sviluppo informativo di modelli, elaborati e oggetti”.

La norma interessa gli aspetti qualitativi e quantitativi della gestione digitalizzata del processo informativo nel settore delle costruzioni, a supporto del processo decisionale, con lo scopo di:
– specificare gli obiettivi di ciascuna delle fasi di un processo (numerate da 0 a 7) introdotte nella UNI 11337-1. Il modello, gli oggetti e gli elaborati informativi hanno carattere strumentale al raggiungimento di tali obiettivi;
– definire una scala comune di livello di sviluppo informativo degli oggetti relativi ai modelli;
– definire una scala comune di stati di lavorazione e di approvazione del contenuto informativo.
La norma è applicabile a qualsiasi tipologia di prodotto (risultante) di settore (sia esso un edificio, una infrastruttura, un intervento territoriale – ad esempio un bacino, una scogliera, ecc.) e a qualsiasi tipologia di processo (di ideazione, di produzione o di esercizio), per interventi di nuova costruzione e di conservazione, demolizione e/o riqualificazione dell’ambiente o del patrimonio costruito.

 

UNI 11337-5:2017 (entrata in vigore il 26 gennaio 2017)

“Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 5: Flussi informativi nei processi digitalizzati”.

La norma definisce i ruoli, le regole ed i flussi necessari alla produzione, gestione e trasmissione delle informazioni e la loro connessione e interazione nei processi di costruzione digitalizzati.

UNI/TR 11337-6:2017 (entrata in vigore il 2 marzo 2017)

“Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 6: Linea guida per la redazione del capitolato informativo”.

Il rapporto tecnico fornisce una linea guida per la stesura del capitolato informativo come presentato nella UNI 11337-5. Esso fornisce indicazioni procedurali e uno schema generale dei contenuti del capitolato informativo. Il documento può essere applicato a capitolati informativi destinati a qualsiasi tipologia di prodotto risultante di settore, sia esso un edificio od una infrastruttura, di nuova costruzione o conservazione e/o riqualificazione dell’ambiente o del patrimonio costruito.

Contattaci